Select your location
Internacional - Inglés

Coco Kelley Kitchen Reno

Notizie

L’obiettivo di questa ristrutturazione era quello di ampliare lo spazio cucina, collegandolo a una stanza “solarium” secondaria con un accogliente angolo colazione, pensata per esporre l’ambiente alla luce naturale. La sostituzione degli arredi e dei pavimenti anni ‘70 ha portato infine ad una ristrutturazione completa. I principi di organizzazione dello spazio sono stati guidati dall’obiettivo di riportare la casa all?estetica originaria del 1910 creando un ambiente pratico per cucinare e accogliere gli ospiti, facendo entrare quanta più luce possibile. Per garantire un’adeguata luminosità agli ambienti, moderno e uniforme alla cucina, Cassandra ha scelto la superficie in quarzo Silestone® by Cosentino Lagoon, abbinandola ad una vivace vernice bianca di Benjamin Moore.

Per rendere questo spazio unico, la proprietaria si è ispirata allo stile Modern Farmhouse, arricchendolo di interessati dettagli. Ad esempio, le piastrelle utilizzate come rivestimento verticale della cucina e la lampada a stella presente nell’angolo colazione si abbiano perfettamente tra loro, in modo del tutto inaspettato. Evitando l’utilizzo di elementi eccessivamente industriali o preziosi, lo spazio riesce a mantenere un profilo molto alto senza però risultare eccessivamente decorativo. È un ambiente conviviale, pensato per accogliere famiglia e amici, un luogo in cui le persone possano sentirsi a casa.

Cassandra LaValle

Cassandra LaValle è fondatrice e direttore creativo di Coco Kelley e di Emerald Studio, lifestyle company dalla quale crea nuove idee di design e stile. Con una formazione specifica in marketing, progettazione di eventi e visual merchandising, Cassandra ha alle spalle un’esperienza in ambito editoriale e una come Market Editor per Seattle Homes & Lifestyle, che l’hanno ispirata a riprendere la sua passione per la scrittura e il design.

Cassandra ha fondato Coco Kelley nel maggio 2007 per condividere e dar voce alle sue passioni. Da allora l’azienda è diventata un punto di riferimento a livello nazionale e ha raccolto i pareri positivi di Martha Stewart, Lucky Magazine e del New York Times. Il fresco mix tra la sua passione per gli ambienti indoor, la moda e il design, nonché il desiderio di guidare i clienti alla scoperta del proprio stile personale, rappresentano l’essenza della filosofia di Coco Kelley: “La vita è fatta di piccoli dettagli e il proprio stile va creato di conseguenza.” In qualità di caporedattore, Cassandra cura i contenuti del blog, offrendo ai lettori un interessante ventaglio di articoli che spaziano dall’interior design, ai viaggi, all’intrattenimento.

INTERVISTA A CASSANDRA LAVALLE

Come descriveresti il tuo stile?

In fatto di arredo d’interni, il mio stile personale si ispira all’estetica e ai materiali tipici della West Coast, traducendoli in forme più classiche. Penso di aver attinto al cosiddetto stile Modern Farmhouse prima ancora che avesse un nome! Caldo rovere, lino naturale e texture intrecciate sono il mio mondo.

Qual era il tuo personale obiettivo od orientamento per questo spazio?

Volevo che questa cucina tornasse ad avere carattere, ampliando gli spazi per agevolare l’ingresso della luce naturale e rendere l’ambiente più pratico e accogliente. In termini stilistici, ho lasciato che fosse la casa, con la sua storia, a parlarmi e ispirarmi. In linea generale, desideravo creare elementi integrati dove non esistevano, ma avrebbero dovuto esserci. Mi sono sorpresa nel fare scelte ancora più tradizionali di quanto avessi immaginato, pur mantenendo un approccio originale e accogliente.

Adoro il marmo, ma amo anche il quarzo. Lo abbiamo avuto in ufficio ed è indistruttibile, per questo probabilmente non userò mai più nessun altro materiale. La scelta della superficie in quarzo Silestone® Lagoon per i piani cucina è stata naturale. E poi il tocco finale: i componenti di arredo! Ho sempre desiderato poter includere i meravigliosi Arredi di Rocky Mountain in un progetto. Sono quindi molto emozionata all’idea di inserirli in uno spazio che uso tutti i giorni, beh, molto più che emozionata. Sapete quanto io ami i dettagli!

La scelta dei colori per l’intonaco, ovviamente, non è stata semplice ma alla fine abbiamo optato per White Dove di Benjamin Moore  per la maggior parte delle armadiature e Gothic Arch per l’isola. Il lavello mi emoziona molto, volevo aggiungere nel progetto la sensazione del cemento quindi l’ho inserito qui! Sarà perfetto con il miscelatore in ottone.

Una delle prime scelte che abbiamo fatto è stata la Serie LG Studio per gli elettrodomestici. Li avevo visti di persona ad ottobre quando sono stata invitata alla presentazione ufficiale della linea, progettata da Nate Berkus. Mi hanno colpito per il loro fascino moderno, combinato con uno stile commerciale. Il secondo elemento è stato il pavimento: dal momento che in tutta la casa erano già presenti pavimenti in rovere bianco, abbiamo scelto di replicare lo stesso stile in cucina, optando però per questa opzione con assi più grandi di Lumber Liquidators.

Hai fatto una ristrutturazione?

Sì, completa! Abbiamo smantellato tutta la cucina esistente e una parete tra la cucina e una stanza laterale per ampliare l’intero spazio.

Come hai progettato l’impianto cromatico?

Sono cresciuta con un padre che lavorava nel settore della ristorazione. Quando cuciniamo a casa, il cibo è sempre la vera star dello show. Le cucine piene di colore non fanno per me! Ho sempre saputo di privilegiare un ambiente leggero ed ho evitato intenzionalmente qualsiasi contrasto eccessivo. In questo spazio non c’è una singola pennellata di nero. Ciò detto, volevo che l’isola spiccasse maggiormente, quindi mi piaceva l’idea di optare per un grigio medio.

Qual è stata la più grande difficoltà in questo progetto?

Budget, tempistiche e la gestione complessiva dei fornitori sono difficoltà sempre presenti in un progetto di ristrutturazione. C’è stato un piccolo intoppo: speravamo di non dover inserire una trave di sostegno quando abbiamo abbattuto una parete per aprire la stanza, ma invece è stato così. Questo ha causato un ritardo importante nei tempi di consegna del lavoro e ha causato un importante aumento del budget, aspetti sempre poco piacevoli. La vera sfida è stata invece la scelta di ogni singolo materiale, partendo da zero. Ti aspetti un determinato risultato fin dall’inizio dei lavori, ma non hai mai la certezza fino al termine del cantiere.

Cosa ti colpisce maggiormente di uno spazio?

Poter definire l’arredo, fin dal progetto su carta, è molto divertente. La nostra cucina è incredibilmente funzionale perché rispecchia le nostre abitudini. Una delle caratteristiche che amo molto è una piccola area alla sinistra dei fuochi che non sapevamo bene come utilizzare. Normalmente serve per stoccare i coperchi delle pentole o le griglie da forno, mentre ho deciso che l’avrei impiegata per gli strumenti da barbecue ed è stata la migliore decisione di sempre. Non c’è mai posto per riporre questo genere di oggetti!

Seguici su:

www.facebook.com/CosentinoIT

www.twitter.com/Cosentino_IT

Cosentino Newsblog: www.italia.cosentinonews.com

Youtube: https://www.youtube.com/user/CosentinoTV

?

Informazioni per la stampa:

Omnicom Public Relations Group Italy

Tel. 02 62411911

Sara Gatti: tel 02 624119.23 –– sara.gatti@omnicomprgroup.com

Annagrazia Liuzzi: tel 02 624119.09 ? annagrazia.liuzzi@omnicomprgroup.com

Silvia Badanai: tel 02 624119.48 – silvia.badanai@omnicomprgroup.com


Previous article
Le star del tennis internazionale al fianco di Cosentino per la campagna di José Manuel Ruiz Reyes #7enTokio