Select your location
Internacional - Inglés

L’ultimo rapporto Cosentino CSR conferma l’impegno nei confronti degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile

C & Architecture, Notizie

  • Ancora una volta, Cosentino ha presentato la sua relazione annuale sullo stato delle informazioni non finanziarie (EINF), nel rispetto degli standard GRI.
  • L’azienda ha migliorato le proprie valutazioni in materia di occupazione, controllo ambientale, salute e sicurezza e innovazione. Questo consolida gli aspetti non finanziari degli aspetti ambientali, sociali e societari (ESG).

Il Gruppo Cosentino leader globale nella produzione e distribuzione di superfici innovative per il mondo dell’architettura e del design, ha consolidato negli ultimi anni il proprio status di riferimento mondiale nel settore. Ciò è dovuto all’impegno a favore della trasparenza e della difesa di un modello di crescita sostenibile ed ecologico. Per evidenziare questo impegno, Cosentino ha pubblicato ancora una volta il proprio Rapporto CSR 2019 in modo che tutte le parti interessate possano informarsi sulle prestazioni della società e il loro contributo agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 (OSS). L’azienda ha contribuito in modo più specifico e sostanziale a 5 dei 17 OSS, i più legati alla sua attività.

Scarica il pdf 2019 sulla responsabilità sociale d’impresa del Gruppo Cosentino

È così che la multinazionale soddisfa le crescenti esigenze degli stakeholder e della società in generale, così altre aziende scrivono rapporti dettagliati sulla loro evoluzione negli aspetti non finanziari, fondamentalmente negli aspetti ambientali, sociali e societari (ESG: ambientale, sociale, di governance). Questi sono fattori essenziali per il successo a lungo termine delle imprese coinvolte. Ancora una volta, oltre a mostrare gli obiettivi raggiunti, questo documento include il rapporto sulle informazioni non finanziarie (NFIR). Ciò aggiunge trasparenza a questo tipo di documento ed è stato preparato seguendo i requisiti informativi e gli indicatori standard GRI (GRI: Global Reporting Initiative).

Occupazione e formazione: qualità, innovazione e sicurezza

I dipendenti sono la principale risorsa presente e futura di Cosentino. Da un lato, la multinazionale sta consolidando la propria identità come datore di lavoro con 4.785 dipendenti nel 2019, il 91% dei quali ha un contratto a tempo indeterminato. Questa percentuale è superiore dell’11% rispetto all’anno precedente. Inoltre, sono stati compiuti ulteriori progressi nei settori dell’uguaglianza e della diversità, con fino a 75 nazionalità diverse rappresentate nella loro forza lavoro. Il numero di donne in posizioni manageriali ha raggiunto oltre il 14% con il 23% della forza lavoro di sesso femminile, mostrando la sua sincera dedizione all’uguaglianza di genere. Nell’ambito del suo programma di gestione e sviluppo dei talenti, l’azienda ha quadruplicato le ore di formazione dei dipendenti, portandole a un totale di 170.543. Nel frattempo, a livello esterno, l’azienda ha continuato ad attuare i suoi programmi di reclutamento “Impulsa” e “Proyecta”. Inoltre, ha intensificato il suo impegno per lo sviluppo professionale e da settembre di quest’anno ci sarà un nuovo corso di formazione professionale di alto livello.

In termini di salute e sicurezza, Cosentino continua a rappresentare un punto di riferimento nella prevenzione del rischio e della salute professionale sia per i suoi dipendenti che per l’intera catena del valore. Nel 2019, l’azienda è riuscita a ridurre il tasso di infortuni in tutti i suoi cantieri del 17% rispetto al 2018. Ha inoltre consolidato il suo programma “Seguridad por Rutinas”, ha aumentato il numero di ore di formazione interna di quasi l’8%, tenuto 2.200 sessioni di formazione esterna e ha investito 12,8 milioni di euro in sistemi di sicurezza per i suoi impianti di produzione e trasformazione ad Almería, Brasile e negli Stati Uniti.

Infine, l’azienda ha continuato a promuovere uno dei suoi controlli chiave per la crescita e la sostenibilità: innovazione e R&S. A questo proposito, Cosentino ha lanciato nuovi prodotti e soluzioni innovative come DKTN® Slim XGloss, il trattamento antiscivolo DKTN® Grip+ e Chromica e Liquid, nuove collezioni per la sua superficie ultracompatta. Gli investimenti totali di Cosentino in questo settore nel 2019 sono stati pari a 18,6 milioni di euro. Questo impegno per l’innovazione si estende anche ai processi interni, con progressi ulteriori sia nel progetto di trasformazione digitale che di automazione e il processo di gestione dei fornitori grazie a strumenti innovativi come GoSupply, di grande rilevanza anche nella valutazione del rischio.

Sostenibilità e impegno nei confronti della Comunità

Nel campo della sostenibilità ambientale, l’azienda sta avanzando lungo la strada dell’eccellenza, stabilendo standard massimi di qualità e rispetto per l’ambiente. Ciò ha comportato un altro anno di indicatori ottimali. Per esempio, Cosentino ha aumentato il tasso di riciclaggio dei rifiuti del 33% e ha prodotto 1,45 milioni di metri quadri di lastre da materiale recuperato o riciclato, pari a circa il 20% della produzione totale. Inoltre, grazie alle iniziative di mobilità e ai progetti di efficienza energetica, è stata evitata l’emissione di oltre 15.000 tonnellate di CO2. In effetti, lo scorso anno è stato fondamentale per il calcolo iniziale dell’impronta di carbonio dell’intera organizzazione e della sua catena del valore. Grazie a questo sforzo, l’azienda ha identificato i punti nei processi in cui la generazione delle emissioni e il loro impatto è maggiore.

Questo impegno sia per il pianeta che per l’ambiente si estende anche alla regione e ai dintorni vicini dove opera l’azienda. Nel 2019 Cosentino ha donato 1,1 milioni di euro al benessere della comunità e ha continuato a migliorare l’educazione dei giovani attraverso le varie attività svolte dalla Fondazione Eduarda Justo. Allo stesso modo ha continuato a sostenere l’arte e la cultura come sponsor della Fondazione D’Arte Cosentino Ibañez.

Secondo Maria del Mar Martínez-Cosentino Ramos, membro del Consiglio di Amministrazione e presidente del Comitato CSR, “Questo documento è motivo di orgoglio per l’intera organizzazione perché dimostra, in modo trasparente e pubblico, non solo il nostro impegno nei confronti degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, ma anche il lavoro congiunto di tutti i dipartimenti aziendali per soddisfare entrambi gli indicatori, la Dichiarazione delle Informazioni di Carattere non Finanziario e gli indicatori della Global Reporting Initiative. E conferma, senza dubbio, la corretta attuazione delle politiche ambientali, sociali e di governance che modellano il nostro modello di business sostenibile”.


Previous article
Un muro di idee