Select your location
Internacional - Inglés

Ora disponibili nella C-guide: I migliori esempi di architettura contemporanea ad Amsterdam

C & Architecture, Notizie

  • La C-guide è ora presente in 6 grandi città, vale a dire Londra, Los Angeles, Barcellona, Parigi, Sydney e Amsterdam e sarà presto disponibile a Chicago e Dubai.

Grazie alla collaborazione tra la Fondazione per l’Architettura Contemporanea e il Gruppo Cosentino è ora possibile scoprire i migliori progetti di architettura sviluppati ad Amsterdam dal 1979 ad oggi www.c.guide, insieme a quelli di Londra, Los Angeles, Barcellona, Parigi e Sydney. Nonostante le attuali limitazioni di viaggio, l’app è stata progettata appositamente per le visite dirette agli edifici mettendo in evidenza il valore educativo di sperimentare gli spazi architettonici in prima persona. La Cguide si basa sulla doppia idea di promuovere l’avvicinamento dell’architettura alla società, così come l’avvicinamento della società all’architettura, oltre l’approccio accademico, utilizzando gli strumenti che già usiamo nella nostra vita quotidiana e che non richiedono alcuna conoscenza specifica.

Dalla fine del 2019, data del lancio della C-guide, 6 città sono state incluse in questa guida globale all’architettura contemporanea, sviluppata in Spagna con la collaborazione di enti locali, istituzioni e università. La guida è al 100% gratuita ed è attualmente disponibile solo in spagnolo e inglese. È stata creata con l’obiettivo di fornire ai cittadini uno strumento potente e completo per comprendere e riconoscere l’architettura contemporanea di alta qualità in tutto il mondo.

In seguito all’inclusione di Amsterdam nella guida, sono stati aggiunti oltre 200 progetti eccezionali, che si trovano in un contesto chiave per comprendere il recente processo di ristrutturazione delle città industriali attraverso piani urbani come quelli di Borneo (Ovest 8), REM Island (Concrete) o NDSM Loods Cultural Space (Dynamo architecten).

Il collective housing ha anche svolto un ruolo importante nella selezione effettuata da un comitato scientifico di membri della Fondazione per l’Architettura Contemporanea, includendo oltre 60 esempi, come il rinomato Silodam e Wozoco, di MVRDV. Oltre a loro e ad altre importanti aziende internazionali (come OMA, Renzo Piano, Cruz y Ortiz, Foster and Partners o Mecanoo) la Fondazione ha anche incluso importanti studi di architettura, come Concrete, Space&Matter, Karres en Brands o NL Architects.

L’aggiunta di questa nuova città alla guida ha portato all’adattamento della piattaforma alle sue caratteristiche specifiche, incorporando nuove etichette che, secondo il coordinatore dell’attività della Fondazione per l’Architettura Contemporanea, Carlos Anaya, possono anche essere raccomandate dagli utenti: C-guide è uno strumento digitale che viene costantemente rivisto e aggiornato con un notevole carattere collaborativo, dal momento che il contenuto viene creato utilizzando i feedback e le attività degli utenti stessi, che possono suggerire l’inserimento di nuovi progetti, valutarli o commentarli o fornire informazioni aggiuntive o materiale grafico rilevante per altri utenti. Infatti, l’integrazione di Amsterdam nella guida ha portato anche all’aggiunta di etichette per facilitare la classificazione e la ricerca rapida di progetti, come “sull’acqua”, “case a schiera”, “XXL”, “cooperative”, “per le biciclette” o “patrimonio moderno restaurato”. Queste etichette non solo contribuiscono a trasmettere un’idea precisa delle modalità di realizzazione architettonica in questa città, ma mostrano nuovi paradigmi di architettura che noi, come società, non possiamo ignorare”.

Inoltre, il Content Manager di C-guide, Jorge Martín, mette in evidenza gli interessanti progetti cooperativi associati ai nuovi tipi di collective housing nella città di Amsterdam e dice: “il processo di ristrutturazione dei vecchi moli portuali della città continua a rappresentare una fonte infinita di riferimenti formali e identificativi per l’architettura contemporanea di Amsterdam”.

Secondo Santiago Alfonso, Vicepresidente Marketing e Comunicazione del Gruppo Cosentino, “Amsterdam rappresenta un ulteriore passo avanti nello sviluppo e nel successo di questo tool, progettato non solo per i professionisti dell’architettura, ma anche per coloro che amano e imparano dalle città attraverso il loro approccio architettonico ed edilizio, confrontando le proprie opinioni con le valutazioni e le raccomandazioni di un ampio gruppo di esperti. Proprio Amsterdam ospiterà una nuova Cosentino City, la cui apertura è prevista nei prossimi mesi. La C-guide continuerà ad espandersi aggiungendo presto nuove destinazioni come Dubai, Chicago, Stoccolma e Montreal, perché mira a portare l’architettura delle grandi città del mondo alla conoscenza generale.”.

 

Ulteriori informazioni su C-Guide

 

Risorse:

 

Progetti:

Dato l’argomento contemporaneo, la C-Guide include solo opere costruite a partire dal 1979, che offrono una prospettiva di 40 anni che aiuta a riflettere sull’architettura globale nel suo insieme. Le opere incluse nella guida sono scelte da un comitato scientifico della Foundation for Contemporary Architecture, che tiene conto di tre categorie di interesse:

  1. Tensione locale globale: progetti con due visioni opposte che mirano a rafforzare le specificità locali di ogni città e/o che sono più inclini a rappresentare l’omogeneizzazione spaziale del mondo.
  2. Funzione simbolica:progetti che generano processi partecipativi collettivi, spazi che simboleggiano l’emergere di identità geografiche e/o luoghi che hanno generato una particolare rilevanza nell’immaginario collettivo a causa della loro comparsa nel cinema o nei media.
  3. Spazio pubblico:opere che svolgono un ruolo urbano, in particolare quelle che diventano un punto di incontro o di scambi nella città e/o che svolgono un ruolo cruciale nella nostra conoscenza delle città odierne.

 

I progetti inclusi nella C-Guide sono classificati in tre categorie:

  • C: Architettura molto buona. Da non perdere se ti trovi in zona
  • CC:Architettura eccellente. Un luogo indispensabile da visitare se ti trovi in città
  • CCC: Architettura eccezionale. Da non perdere, non importa dove ti trovi

 

 

 

 

Gli utenti possono partecipare:

Ogni progetto nella guida presenta la sua galleria di immagini (alcune includono anche piantine o disegni del processo di progettazione) e un file che include una descrizione dell’opera, il progettista, l’anno di costruzione, l’ubicazione, la categoria (C, CC, CCC), quanto facilmente puoi visitarla (se puoi visitarla, se è visibile dalla strada, visite programmate o non disponibile per le visite) e delle etichette (che ti aiutano a capirle e che sono proposte dal comitato della C-Guide e dagli stessi utenti). La piattaforma offre agli utenti la possibilità di eseguire una ricerca rapida, considerando gli stessi parametri inclusi nel file per ciascun progetto.

 

Informazioni sulla Foundation for Contemporary Architecture

La Foundation for Contemporary Architecture è stata fondata nel 2002 come un’iniziativa sviluppata da un gruppo di professionisti interessati a promuovere l’architettura contemporanea. Sebbene la fondazione sia quindi privata, è impegnata a promuovere la consapevolezza pubblica delle influenze sulle condizioni di vita dei suoi cittadini.

La sede della Foundation for Contemporary Architecture si trova a Cordova, una città che negli ultimi anni ha promosso un rapporto straordinario tra città e architettura contemporanea. Tuttavia, la portata dello sviluppo e dell’interesse per le attività della fondazione raggiunge livelli nazionali e internazionali, senza limiti geografici e, secondo l’ordine tematico, l’obiettivo è quello di stabilire il più ampio dibattito culturale e interdisciplinare possibile.

La fondazione ha tre obiettivi legati all’architettura contemporanea: ricerca, promozione e creazione.

https://www.arquitecturacontemporanea.org/


Previous article
Tour Primerose : Modernità ritrovata grazie a Silestone by Cosentino