Select your location
Internacional - Inglés

C- Guide dà il benvenuto al nuovo anno inserendo nella piattaforma Dubai, città che sta ultimando i dettagli del World Expo

Notizie

Da poco più di un anno, dal suo lancio alla fine del 2019, la piattaforma C-Guide mostra agli utenti le maggiori opere architettoniche contemporanee di otto grandi città: Londra, Los Angeles, Barcellona, Parigi, Sydney, Amsterdam, Chicago e infine Dubai, che aggiunge quasi 1.600 progetti a quelli già presenti sulla piattaforma.

L’Expo di Dubai sarà uno spazio molto importante per la riflessione collettiva riguardo le sfide imminenti, globali e locali, e per il ruolo che le nostre città giocheranno in esse.

Il contenuto è disponibile gratuitamente sulla piattaforma web c.guide e sull’app per dispositivi mobili (iOS e Android).

Milano, 15 gennaio 2021. Con l’arrivo del nuovo anno, la Fondazione di Architettura Contemporanea e Cosentino includeranno nella piattaforma C-Guide una serie di progetti di Dubai, città dove si sta ancora lavorando per ospitare il World Expo, la cui apertura, programmata per il 2020, è stata posticipata a ottobre di quest’anno a causa della pandemia di coronavirus.

Questa città, che nasce dal deserto, costruì il suo primissimo grattacielo nel 1979, diventando oggi una delle città di riferimento nel mondo dell’architettura di grandi edifici. Le opere di aziende rinomate, ad esempio l’Index Tower di Foster + Partners o la Cayan Tower di SOM, plasmano lo skyline della città. È opportuno anche menzionare il Burj Khalifa che, con i suoi 830 metri di altezza, è l’edificio più alto del mondo e rappresenta sicuramente un segno distintivo della città.

La sua architettura di grande espressività, che mira a rendere lo spazio urbano più attraente, è la dimostrazione dell’interesse della città di Dubai nel diventare una destinazione turistica globale. Edifici come l’Opus di Zaha Hadid o la nuova stazione della metropolitana realizzata da Aedas sono esempi di questo desiderio iconico di architettura contemporanea in città.

Un altro impegno strategico della città è quello di promuovere l’attività culturale. Opere architettoniche come il Concrete Arts Centre in Alserkal Avenue realizzato da OMA, il Museo Etihad e il Jameel Arts Centre, sono esempi di architettura di grande qualità progettata per promuovere la cultura e l’arte in città.

Questo è il contesto in cui nasce l’Expo di Dubai, evento unico per riflettere sui luoghi in cui viviamo e per pensare al loro futuro, concentrandoci sulla sostenibilità. L’Expo, dove Cosentino sarà presente come azienda collaboratrice nella costruzione del padiglione spagnolo, sarà anche una grande opportunità per analizzare le conseguenze degli sforzi di sviluppo e per proporre strategie in linea con il territorio e la cultura locale, in accordo con ciò che le Nazioni Unite sostengono nella New Urban Agenda.

Le aziende di architettura più importanti del mondo saranno rappresentate attraverso i numerosi padiglioni, divisi per tema e nazione. C- Guide, piattaforma con una visione globale costantemente aggiornata, sarà all’evento per includere le opere più eccezionali e offrire spunti per riflettere sul futuro delle nostre città.

Più informazioni riguardo C-Guide

Fonti:

Progetti

Vista la sua natura contemporanea, C-Guide include solo opere costruite dal 1979 in poi, fornendo una prospettiva di 40 anni che aiuta a riflettere sull’architettura globale nel suo insieme. Le opere presenti nella guida vengono selezionate da un comitato scientifico della Fondazione di Architettura Contemporanea, tenendo conto tre categorie di interessi:

  1. Tensioni globali-locali: progetti con due visioni contrapposte che mirano a rafforzare le specificità locali di ogni città e/o che sono più inclini a rappresentare un’omogeneizzazione spaziale del mondo
  2. Funzione simbolica: progetti che generano processi di partecipazione collettiva, spazi che simboleggiano le identità geografiche e/o luoghi che godono di particolare rilevanza nell’immaginario collettivo grazie alla loro apparizione in film o nei media.
  3. Spazio pubblico: opere che giocano un ruolo urbano – in particolare quelle che sono diventate un punto di incontro o di scambio all’interno della città e/o che giocano un ruolo cruciale nella nostra idea di città moderna.

 I progetti inclusi nella piattaforma C-Guide sono anche classificati in tre categorie:

  • C: Architettura notevole. Luogo da non perdere se si è nei paraggi
  • CC: Architettura eccellente. Luogo che deve essere visitato se si è in città
  • CCC: Architettura straordinaria. Luogo da visitare assolutamente, non importa dove ci si trova 

Gli utenti possono partecipare

Ogni opera inserita nella guida è composta dalla propria gallery di immagini (alcune includono anche i progetti e i processi di design) e da un file che comprende la descrizione dell’opera, il designer, l’anno di costruzione, la località, la categoria (C, CC, CCC), quanto facilmente si può visitare (se si può visitare, se è visibile dalla strada, se è necessaria una prenotazione o se non è disponibile) e i tag (che aiutano gli utenti a capire meglio e che vengono scelti sia dal comitato del sito sia dagli utenti stessi). La piattaforma offre ai fruitori la possibilità di ricercare velocemente le diverse opere, analizzando gli stessi parametri inclusi nei file di ogni progetto.


Previous article
Dekton® Scondido disegnato da Remy Meijers