Select your location
Internacional - Inglés

L’Europa rischia la perdita di migliaia di posti di lavoro e la chiusura di molte aziende a causa di azioni di dumping ai danni dell’Industria della Pietra.

Notizie

Comunicato stampa di A.St.A. Europa (Associazione Europea dei Produttori di Agglomerati Lapidei)

for download click image

Bruxelles, 23 luglio 2013 – A.St.A., l’associazione europea di produttori di agglomerati lapidei, richiama l’attenzione sul rischio imminente di una perdita di migliaia di posti di lavoro in Europa e sul rischio che venga intaccata la leadership globale di un’industria altamente specializzata, riconosciuta per i suoi investimenti nell’innovazione e nella Ricerca e Sviluppo.

A.St.A. ritiene che molti importatori di agglomerati lapidei provenienti dalla Repubblica Popolare Cinese stiano mettendo in atto azioni di dumping con l’obiettivo di conquistare sempre più spazio nel mercato dell’Unione Europea, cancellando di conseguenza la concorrenza dei produttori UE. I bassi prezzi cinesi, dovuti ad altrettanti bassi costi di produzione, indicano chiaramente che l’obiettivo non è quello di ottenere vantaggi competitivi, bensì quello di conquistare il mercato Europeo.


Per contrastare queste azioni di dumping, A.St.A. ha richiesto l’intervento della UE per garantire condizioni di mercato leali, una giusta stabilità economica e la cessazione dei comportamenti illeciti da parte degli importatori cinesi.
Il volume delle importazioni degli agglomerati lapidei provenienti dalla Repubblica Popolare Cinese è cresciuto notevolmente rispetto agli scorsi anni. Questa aggressiva azione commerciale di dumping sta provocando un impatto economico negativo sui produttori europei.
L’industria europea degli agglomerati lapidei si è sempre contraddistinta per la qualità dei suoi prodotti e per un investimento costante nei processi di fabbricazione, avvalendosi delle più moderne macchine ed installazioni, ricercando continuamente le soluzioni più innovative per i propri prodotti, inseguendo sempre l’obiettivo di fornire la migliore qualità e i migliori servizi ai propri clienti.
Tutti gli investimenti di qualità effettuati dalla Industria Europea rischiano di essere neutralizzati in modo sleale dalle azioni di dumping degli importatori cinesi che, in aggiunta, stanno provocando una drastica riduzione dell’industria stessa o addirittura la fine degli investimenti nell’innovazione.
I maggiori produttori europei in questo momento utilizzano solo circa il 50% della propria capacità di produzione. L’industria non solo sta soffrendo per quanto riguarda i livelli di produzione, delle vendite e dei margini economici, ma anche per quanto riguarda i costi finanziari derivanti dal mancato sfruttamento degli investimenti industriali.
Per queste ragioni A.St.A. mostra soddisfazione per l’avvio delle procedure anti-dumping da parte della Commissione Europea e, soprattutto, per il sottointeso riconoscimento delle azioni di dumping dei produttori cinesi.
A.St.A. e i suoi membri rispettano per intero le procedure UE e si atterranno alle future risoluzioni che L’UE adotterà. A.St.A. collaborerà, come richiesto, con l’indagine in corso della Commissione Europea fino a che non risulti completata.

?

A.St.A. Europa:
A.St.A. Europa è l’associazione europea dei produttori di agglomerati lapidei, che promuove lo sviluppo e il progresso delle industrie che ne fanno parte, e supporta la certificazione degli operatori, delle industrie e dei loro prodotti e servizi. A.St.A. Europa assiste, salvaguarda e rappresenta le industrie membri in caso di problemi che le riguardano direttamente o indirettamente, promuovendo la mutua collaborazione tra le stesse.

?

Per ulteriori informazioni stampa:
Pierpaolo Tassone
Tel: ( 39) 333 6767 544 – ( 39) 335 8080799
Email: info@astaeurope.com


Previous article
Suede di Silestone® si aggiudica il “Most Wanted Award”